Come Diventare Educatore Cinofilo – Parte 1

come diventare educatore cinofilo

Ti stai chiedendo come diventare educatore cinofilo e ti senti confuso? Non sai quale titolo e abilitazione siano necessari o quali corsi seguire? Non preoccuparti, i tuoi dubbi sono assolutamente giustificati, perché il mondo delle professioni cinofile è molto vago, per quanto riguarda ruoli, competenze e regole professionali. Abbiamo deciso di scrivere una serie di articoli proprio per fare un po’ di chiarezza e aiutarti a scegliere in modo più consapevole la strada verso questa professione meravigliosa. 

In questa prima parte parleremo delle diverse figure professionali e di come vengono chiamate.

EDUCATORE, ISTRUTTORE, ADDESTRATORE… QUANTA CONFUSIONE

Uno dei dubbi più grandi di chi si avvicina alla cinofilia è la distinzione tra diverse figure professionali. Che differenza c’è tra Educatore Cinofilo, Istruttore, Addestratore, o altri termini? Dal momento che non esiste una normativa riconosciuta, nessuno di questi termini indica qualcosa di preciso a livello legale. La differenza la fa l’uso che si fa di questi termini, secondo una consuetudine che si sta affermando nel nostro Paese. Recentemente è stata introdotta una norma tecnica (UNI 11790:2020) che mira alla standardizzazione della terminologia e alla chiara identificazione delle competenze.

Educatore Cinofilo

La visione prevalente, tra le Associazioni e Scuole di Cinofilia, identifica l’Educatore Cinofilo come colui che si occupa di fare in modo che il cane esibisca un comportamento adatto al contesto in cui si trova. Ciò comprende non solo insegnare qualcosa al cane, ma anche, anzi forse sopratutto, insegnare al proprietario come prendersi cura del proprio cane, in modo rispettoso del suo benessere fisico e psicologico, e come trarre il meglio dalla convivenza. Insomma l’Educatore Cinofilo è quella figura centrale che guida cane e proprietario ad affrontare la vita quotidiana con soddisfazione per l’uno e per l’altro e laddove non siano presenti problemi comportamentali o esigenza che il cane sappia fare qualcosa di specifico e particolare. La norma UNI 11790:2020 è coerente con questa visione e infatti identifica l’Educatore Cinofilo così:

Educatore Cinofilo
Professionista di 1° livello che opera con la propria competenza tecnica per orientare l’interazione tra uomo e cane attuando programmi di educazione che attraverso la costruzione di una solida relazione uomo-animale favoriscono la migliore convivenza familiare e sociale

Istruttore Cinofilo

L’Istruttore Cinofilo, invece, è qualcuno che si occupa dell’insegnamento di abilità specifiche. Per esempio è un Istruttore chi prepara e allena il cane a discipline ludico-sportive, come l’Agility, gli Sport Acquatici, la Dog Dance e altre. Sono Istruttori anche quelli che addestrano i cani alla ricerca olfattiva, per esempio di persone scomparse, sostanze, etc. Altri esempi sono gli Istruttori Cinofili che preparano i cani delle Forze dell’Ordine e i loro conduttori. Insomma, l’Istruttore insegna al cane e al suo compagno umano capacità specifiche. Cose che al cane che non necessariamente servono nella quotidianità, anche se possono rendere più ricca la vita del cane e del suo proprietario. Anche “Addestratore” identifica un ruolo simile, ma spesso questo termine non viene utilizzato dai professionisti del settore, per cui si preferisce usare la parola Istruttore. La norma UNI 11790:2020 non prevede l’identificazione di una figura riconosciuta con questo tipo di competenze.

Esperto Cinofilo dell’Area Comportamentale

Quando si ha a che fare con situazioni più complesse, che richiedono la profonda comprensione del comportamento del cane, delle dinamiche relazionali con membri della famiglia, altre persone e altri animali, o in presenza di veri e propri problemi comportamentali, è necessaria una figura ancora più specializzata. C’è meno coerenza nell’uso di termini in questo caso. La norma UNI identifica questa figura come Esperto Cinofilo nell’Area Comportamentale. Altre scuole e consuetudini usano il termine Rieducatore o Riabilitatore Comportamentale. Altri ancora usano il termine Istruttore, facendo confusione con la figura di cui al punto precedente, visto che le competenze di chi insegna a svolgere un compito sono molto diverse da quelle di chi deve far trovare al cane (e al suo proprietario) un equilibrio comportamentale compromesso da un problema. La norma UNI 11790:2020 indica chiaramente il ruolo dell’Esperto Cinofilo di Area Comportamentale.

Esperto Cinofilo nell'Area Comportamentale
Professionista di 2° livello specializzata nell’analisi e comprensione del comportamento del cane, nella relazione intra-extra gruppo famigliare e nella progettazione e realizzazione di programmi di educazione/istruzione e/o modificazione comportamentale.

Non va confuso l’Esperto Cinofilo nell’Area Comportamentale con il Comportamentalista. Anche se nemmeno quest’ultimo è un termine formalmente riconosciuto, il Comportamentalista è un Medico Veterinario, che si è specializzato nel trattamento delle patologie comportamentali. La dicitura corretta sarebbe Medico Veterinario Esperto in Comportamento. L’Esperto Cinofilo dell’Area Comportamentale collabora con il Comportamentalista, un po’ come un Fisioterapista collabora con il Fisiatra, in medicina umana. Il Medico Veterinario diagnostica il problema e stabilisce il piano terapeutico, in collaborazione con l’Esperto Cinofilo. Non sempre è facile capire quali aspetti problematici del comportamento richiedano l’intervento di un Esperto Cinofilo nell’Area Comportamentale, quali debbano essere diagnosticati da un Medico Veterinario Esperto in Comportamento, e quali aspetti invece possono essere affrontati anche da un Educatore di primo livello.

Ma allora come si diventa Educatore Cinofilo o Esperto nell’Area Comportamentale? 

In un prossimo post, faremo il punto sui requisiti di legge per diventare Educatore o Esperto nell’Area Comportamentale e su come scegliere il miglior percorso di formazione. Se sei impaziente, puoi leggere i dettagli del nostro Master di 1° Livello in Etologia ed Educazione Cinofila che prepara alla formazione come Educatore.

Condividi questo articolo

Paolo Mongillo

Paolo Mongillo

Professore Associato presso l'Università di Padova, si occupa di ricerca sul comportamento e sulle capacità cognitive dei cani.

Leggi altri Articoli